Perdita Erezione Durante il Rapporto Cosa Significa?

perdita erezione

La disfunzione erettile può comportare sia mancanza totale di erezione, sia perdita di erezione durante il rapporto. Cosa significa? Andiamo a scoprirlo insieme in questo articolo.

Quali sono i problemi di erezione durante il rapporto?

Soffrire di improvvisi problemi di erezione può non essere così grave, tuttavia quando questi si verificano in modo ripetuto e permanente è possibile che si tratti del primo sintomo di disfunzione erettile.

Le manifestazioni di questo disturbo, però, possono essere anche molto diverse tra loro in quanto possono presentarsi:

  • Assenza sia di eccitazione, sia di erezione in qualunque occasione;
  • Presenza di eccitazione, ma assenza totale di erezione;
  • Erezione presente ma troppo debole o scarsa da poter consentire la penetrazione;
  • Erezione presente e abbastanza rigida per poter iniziare il rapporto, ma non sufficientemente lunga da poterlo portare a termine.

Inoltre, in alcuni casi la perdita erezione può riguardare solo il rapporto intimo con una partner ma non la masturbazione, oppure entrambi.

Chiaramente, a seconda di quali sono le manifestazioni di disfunzione erettile che si presentano, possiamo dire di trovarci di fronte a problemi di erezione durante un rapporto originati da cause diverse.

Una prima grande linea di demarcazione dei problemi di impotenza è, quindi, tra:

  1. Problemi di erezione per cause fisiche;
  2. Problemi di erezione per cause psicologiche.

I sintomi collegati sia al primo sia al secondo gruppo sono più o meno gli stessi (assenza totale o parziale di erezione, impossibilità a iniziare e/o portare a termine il rapporto e così via), solo che, nella maggior parte dei casi, quando ci  si trova di fronte ad impotenza di tipo psicologico si assisterà anche ad un calo evidente della libido solo ed esclusivamente in presenza di un partner.

L’eccitazione e quindi l’erezione sono invece conservate durante la masturbazione. Questo accade poiché la riduzione del desiderio è associata non a cause fisiche ma mentali, come ansia da prestazione, stress e depressione, che si manifestano in occasione dell’incontro intimo con un’altra persona.

Andiamo ora a vedere quali sono le principali cause fisiche e mentali della perdita di erezione.

Perché durante il rapporto perde l’erezione?

Le cause fisiche che possono generare problemi di erezione improvvisi sono in genere legate a problemi cardiaci, vascolari oppure ormonali, oppure possono essere dovute a patologie croniche come pressione alta o diabete, incidenti, traumi oppure infezioni e malattie alla prostata come l’iperplasia prostatica benigna o il cancro alla prostata.

Un altro gruppo di fattori di natura fisiologica che possono influenzare il meccanismo che porta all’erezione e provocare un deficit penieno sono quelli collegati con cattive abitudini di vita come fumo di sigaretta, abuso di alcool e assunzione di alcuni farmaci. Anche un peso corporeo eccessivo, un’alimentazione troppo ricca di grassi e zuccheri e un riposo insufficiente possono determinare dei problemi di erezione durante rapporto.

Cause psicologiche della perdita di erezione

Oltre alle cause organiche, la perdita di erezione prima o durante la penetrazione può essere dovuta anche a cause psicologiche quali ansia, stress e depressione. Questi stati d’animo negativi a loro volta possono essere dovuti sia a fattori esterni, quali ad esempio un lutto o una preoccupazione sul lavoro, sia a questioni interne alla coppia come un tradimento o la mancanza di armonia.

Tuttavia, molto spesso l’impotenza di tipo psicologico è una condizione che si autoalimenta in quanto, quando si verificano problemi improvvisi di erezione per motivi più disparati, l’uomo inizia a provare sentimenti di vergogna e frustrazione che alimentano, a loro volta, la disfunzione erettile.

Quello che avviene è, in pratica, questo: l’individuo che presenta per la prima volta problemi di erezione durante la penetrazione, inizia a pensarsi continuamente e a provare ansia da prestazione ogni volta che deve avere incontrare una donna, non riuscendo più a rilassarsi e a vivere con serenità l’incontro intimo.

Questo, a sua volta, può peggiorare le prime manifestazioni di disfunzione erettile, trasformandole in una condizione permanente, dovuta in primo luogo a cause di tipo psicologico e psicosomatico che provocano riduzione della libido, mancanza di eccitazione e riduzione o totale assenza di erezione.

Problemi di erezione durante il rapporto rimedi

Sia che la perdita di erezione si verifichi prima ancora di iniziare il rapporto, oppure durante l’atto, è inevitabile che, per impedire che il fenomeno si ripeta, innescando il meccanismo perverso che abbiamo appena visto, siano presi subito dei provvedimenti.

I rimedi contro l’erezione debole, scarsa oppure assente possono essere tanti e di diverso tipo ed è sempre meglio che a prescriverli sia un medico specializzato in andrologia. Tuttavia, in alcuni casi è possibile intervenire con rimedi naturali privi di effetti collaterali e controindicazioni che possono essere assunti anche senza prescrizione medica.

Vediamo subito quali sono oggi i principali tipi di trattamento adottati contro la disfunzione erettile.

Modifiche allo stile di vita

Un primo tipo di rimedio contro l’impotenza che non costa nulla e che può essere adottato da tutti consiste nell’eliminare alcune abitudini di vita errate che possono essere legate alla perdita di erezione come ad esempio:

  • Fumo di sigaretta;
  • Abuso di alcool;
  • Alimentazione troppo ricca di grassi, zuccheri  e cibo spazzatura che fa ingrassare;
  • Esercizio fisico assente o scarso.

Eliminare questi comportamenti sbagliati, permetterà al corpo di ossigenarsi e assicurerà ai vasi una migliore vasodilatazione, permettendo un’erezione più lunga e

Assunzione di integratori alimentari per la potenza

Un altro tipo di rimedio contro il  deficit di erezione privo di effetti dannosi sulla salute e che può essere assunto senza il bisogno di ricetta medica consiste nell’utilizzo di integratori alimentari per la potenza, chiamati anche “viagra naturale”,  realizzati solo con ingredienti di origine vegetale cui sono associate proprietà benefiche nei confronti di tutto l’apparato genitale maschile.

Esistono ovviamente molti tipi di integratori naturali in pillole che si possono adottare per risolvere i problemi di erezione improvvisi: alcuni di quelli più efficaci in base alla composizione e alle recensioni pubblicate dagli utenti sono Tauro Plus, la “combo” Power Man + Fluid Power e Urogun.

Terapia farmacologica

Nei casi di disfunzione erettile più gravi e dovuti a fattori di tipo fisico, in particolare problemi circolatori e di ridotta vasodilatazione dei corpi cavernosi, la terapia comunemente adottata è quella farmacologica con:

  • Medicinali per via orale come gli inibitori della PDE-5 come Viagra, Cialis, Levitra e Spedra;
  • Medicinali per uso topico quali creme e/o iniezioni peniene a base di prostaglandine o Alprostadil:

Terapia chirurgica

Quando invece tutti i rimedi precedenti non risultano efficaci nello sconfiggere i problemi di disfunzione erettile è possibile intervenire con la terapia chirurgica che si basa sull’inserimento, all’interno del pene, di protesi idrauliche che possono servire a far gonfiare meccanicamente il pene grazie ad un serbatoio a doppia camera inserito direttamente dentro il membro.

La protesi può essere attivata dall’esterno attraverso una valvola collegata ad una camera d’aria che, una volta premuta, permette al liquido contenuto in uno dei serbatoi di fluire nella protesi, facendo gonfiare il pene e permettendo così di raggiungere un’erezione tale da poter conseguire il rapporto sessuale.

Questo tipo di rimedio, che presenta ovviamente numerosi effetti collaterali compreso il rischio di rigetto e infezioni, si rivela utile in situazione quali incidenti e traumi in cui il meccanismo che porta all’erezione risulta irrimediabilmente compromesso.

Terapie alternative

Di recente, vista anche la larga diffusione dei problemi di erezione durante il rapporto, sono state messe a punto anche numerose terapie alternative contro la DE  il cui obiettivo è sempre quello di migliorare l’ossigenazione del membro e la vasodilatazione ai fini di consentire un’erezione duratura e potente.

Fra questi trattamenti alternativi troviamo ad esempio, solo per citarne alcuni:

  • La terapia ad onde d’urto peniene;
  • L’ozono terapia, o ossigeno terapia all’ozono;
  • I trattamenti con Prp o Plasma ricco di piastrine.

Terapia psicologia

Nei casi invece in cui il motivo principale della perdita di erezione sia legato a fattori di tipo mentale, il supporto di uno specialista in igiene mentale sarà fondamentale. In particolare, il paziente potrà trarre vantaggio nel seguire una terapia psicologica di tipo cognitivo, volto ad eliminare alcune concezioni errate  riguardo il sesso che gli uomini hanno. Fra queste troviamo, ad esempio, la convinzione che:

  • Gli uomini, a differenza delle donne, devono sempre avere voglia di fare sesso;
  • La prestazione sessuale maschile deve sempre essere di alto livello per poter soddisfare la partner;
  • L’uomo deve essere sempre in grado di raggiungere l’orgasmo e di farlo raggiungere alla propria compagna;
  • Tutti gli incontri intimi devono concludersi sempre con un rapporto completo;
  • Le donne giudicano in modo negativo gli uomini che non riescono ad avere l’erezione o hanno un’erezione non sufficientemente rigida per conseguire un rapporto.

Questo tipo di convincimenti infatti, dovuto spesso anche alla cultura maschilista dominante, non fanno altro che alimentare l’ansia e lo stress, facendo pressione e generando sentimenti di vergogna e frustrazione che peggiorano la situazione.

Conclusioni

Quando si verifica una perdita di erezione durante il rapporto, questa può essere dovuta sia a fattori di tipo fisico, sia mentale, oppure entrambi. Per poter comprendere quali sono i motivi che stanno alla base dei problemi di erezione di un paziente e prescrivere una terapia adeguata, il medico analizzerà prima i sintomi fra cui ad esempio alcuni aspetti quali:

  • La perdita di erezione si verifica solo durante il rapporto con la partner, ma non durante la masturbazione;
  • La perdita di erezione è totale, ma l’eccitazione è conservata;
  • La perdita di erezione è totale e non c’è neppure eccitazione;
  • La perdita di erezione è soltanto parziale, ossia l’uomo riesce a raggiungere coi preliminari un’erezione sufficientemente rigida da iniziare la penetrazione ma la perde subito dopo le prime spinte.

Una volta analizzati i sintomi e individuata le cause o l’insieme di cause che provocano deficit di erezione, il medico sarà in grado di individuare il rimedio più adeguato.