Perché si ammoscia durante il rapporto o prima di entrare? Cause e rimedi del problema

Molti uomini sono costretti a fare i conti, ad un certo punto della loro vita, con i problemi di potenza sessuale, che possono manifestarsi in vari modi:

  • Erezione del tutto assente;
  • Erezione debole o non rigida;
  • Calo dell’eccitazione e della libido;
  • Eiaculazione precoce;
  • Erezione troppo breve da poter consentire l’appagamento sessuale.

Quando questo accade, la prima sensazione che si prova è di aver perso la propria virilità, dato che avere un’erezione sufficientemente lunga e potente è considerato nella nostra società quasi come un sinonimo di mascolinità. Ovviamente, nelle realtà le cose non stanno così, perché anche uomini giovani e sani possono andare incontro, per un motivo o per un altro, a questo tipo di problema.

Ciò detto, è evidente che è sempre necessario dare una risposta esauriente e completa alla domanda “perché si ammoscia durante il rapporto”? Fare finta di niente e aspettare che le cose si risolvano da sole non solo rischia di far ottenere l’effetto contrario, ma anche di alimentare i sentimenti ansia, vergogna e frustrazione che contribuiscono a peggiorare la situazione.

Perché si ammoscia durante il rapporto oppure prima di entrare?

  • Problemi della libido
  • Mancanza di erezione
  • Erezione Debole
  • Problemi psicologici

Le cause si suddividono in due tipi:

  • Cause fisiche;
  • Cause psicologiche.

Tra le cause fisiche troviamo disturbi ormonali, patologie neuronali e vascolari, malattie croniche come il diabete, l’ipertensione e il colesterolo alto e l’assunzione di farmaci.

Nella maggior parte dei casi ad essere colpito è soprattutto il sistema cardiovascolare, per cui si assiste in una riduzione dell’afflusso di sangue al pene, mentre nel caso di disturbi endocrini si può assistere ad un calo dell’eccitazione a causa della ridotta produzione di testosterone.

Rientrano nelle cause fisiche anche alcuni comportamenti e stili di vita scorretti od errati, come l’aumento di peso, la dipendenza da alcol, il fumo di sigaretta e l’uso di droghe.

Invece, tra le cause psicologiche troviamo le situazioni di forte stress emotivo, l’ansia da prestazione, alcuni disturbi di tipo mentale come gli attacchi di panico e la depressione e, in generale, i sentimenti negativi legati al rapporto col proprio corpo e/o il sesso.

Nonostante, queste divisioni è tuttavia importante notare che, in genere, quando si verifica un disturbo erettile di qualunque tipo, anche se questo è originato da cause fisiche, è facile che possano aggiungersi anche cause di tipo mentale, visto che, come abbiamo detto all’inizio, gli uomini che hanno questo problema tendono a sviluppare senso di colpa, vergogna e frustrazione, arrivando perfino talvolta a rifiutarsi di avere rapporti intimi per un lungo periodo di tempo.

Da ricordare, infine, che spesso la disfunzione erettile può essere provocata oppure rafforzata anche da problemi presenti all’interno della coppia, come una relazione eccessivamente conflittuale o la perdita di attrazione verso il partner.

Perché si ammoscia durante il rapporto oppure prima di entrare?

Può trattarsi di preoccupazioni, paure come quella di non riuscire a soddisfare la partner oppure sentimenti di disagio nei confronti del proprio corpo.

In questo paragrafo cercheremo di capire meglio il motivo del perché può capitare, ad un uomo, che il suo pene si ammosci, ossia perda l’erezione, proprio durante il rapporto.

Come puoi comprendere, si tratta di una condizione che rientra perfettamente nella casistica dei sintomi di disfunzione erettile, tuttavia, più che di assenza di erezione, come accade nelle situazioni di impotenza totale in cui il pene non riesce in alcun modo ad irrigidirsi, dovremmo parlare di erezione breve o comunque non sufficientemente lunga per poter conseguire un rapporto sessuale completo.

Sulla base di quanto affermato sopra, è chiaro che quando il pene raggiunge l’erezione, ma si ammoscia pochi istanti  dopo aver iniziato la penetrazione, la causa non è da ricercarsi in patologie di tipo neurologico o ormonale, in quanto in questi casi mancano, rispettivamente, stimoli nervosi ed eccitazione necessari ad avviare il processo meccanico che porta all’erezione.

D’altro canto, anche le cause organiche di tipo vascolare, per quanto non possano essere escluse del tutto, sono comunque da ridimensionare: nella maggior parte dei casi, infatti, in caso di ridotta vascolarizzazione, l’erezione è del tutto assente oppure talmente scarsa da non consentire neppure di iniziare il rapporto.

Per concludere, possiamo dire che, nella maggioranza delle situazioni, i problemi di erezione con pene che si ammoscia subito dopo l’inizio del rapporto sono legati non a cause di tipo fisico, ma mentale.

A conferma di ciò, il fatto che molti uomini che soffrono di erezione breve tendono anche a soffrire di eiaculazione precoce: l’appagamento fisico, in questo, sarebbe un meccanismo psicologico con cui cercare di nascondere il senso di disagio per non essere riusciti ad appagare la propria partner.

Quello che accade è molto semplice: il meccanismo che porta all’erezione a livello fisico funziona correttamente, quindi l’eccitazione e la libido sono conservate. Il cervello invia correttamente impulsi nervosi alle pareti dei corpi cavernosi del pene che si gonfiano e fanno affluire sangue. Il pene aumenta di dimensioni e si irrigidisce, ma, una volta iniziato il rapporto, dopo i primi colpi qualcosa nella tua testa ti blocca e  viene a guastarti la festa.

Può trattarsi di preoccupazioni, paure come quella di non riuscire a soddisfare la partner oppure sentimenti di disagio nei confronti del proprio corpo. Alcuni uomini poi sono bloccati quando si trovano di fronte a donne troppo disinibite oppure, al contrario, troppo chiuse e pudiche.

A volte la causa di tutto questo è proprio…la disfunzione erettile stessa: se in passato ti è capitato alcune volte di fare cilecca, questo potrebbe nutrire in te il timore che possa accadere di nuovo. Risultato? Una profezia che si autoadempie senza che ci siano altre cause apparenti.

Come impedire che avvenga l’afflosciamento durante rapporto?

Per impedire che il pene si afflosci durante il rapporto occorre ovviamente affidarsi prima ad un medico per individuare la causa esatta del problema. Nel caso questa sia fisica, si potrà valutare il ricorso a farmaci per la potenza o altro tipo di intervento volto a rimuovere la motivazione organica che sta sotto. Nel caso, invece, la causa fosse di tipo psicologico, potrebbe essere utile seguire delle sedute di psicoterapia oppure praticare tecniche di rilassamento come la meditazione, il massaggio  e lo yoga.

In ogni caso, potrebbe comunque essere utile assumere degli integratori alimentari per la potenza, ossia delle pillole a base di erbe e altre sostanze naturali che stimola la produzione di ormoni, la prevenzione delle malattie e l’afflusso di sangue al pene.

Fra questi, un prodotto che ci sentiamo di consigliare è Tauro Plus, che contiene al suo interno Arginina, Taurina, Ginseng e Tribulus Terrestris, ingredienti ritenuti da sempre come afrodisiaci poiché aumentano le riserve di testosterone, fomentando così l’eccitazione e la libido.

 Conclusioni

Quando accade che il pene si ammosci durante il rapporto, è bene non temporeggiare ma consultare subito un medico per capire cosa fare e quale può essere la causa del problema.

In alcuni casi, se il problema non è grave, la situazione può essere risolta utilizzando rimedi naturali come un integratore alimentare per la potenza. Quando invece ci sono motivi di tipo fisico, sarà necessario ricorrere all’utilizzo di farmaci.

In generale, comunque, quando si ammoscia durante il rapporto ma comunque l’erezione è conservata, la causa più frequente è quella di tipo psicologico: in tal caso, affidarsi ad uno psicoterapeuta, cercare di essere rilassati e migliorare la comunicazione e il dialogo con il partner sono le soluzioni migliori.