Ozono Terapia per la Cura della Disfunzione Erettile

ozono terapia disfunzione erettile

Fra i rimedi più innovativi oggi utilizzati per contrastare la disfunzione erettile c’è anche l’ozono terapia o terapia all’ozono.

L’obiettivo di questo trattamento è, infatti, quello di determinare un miglioramento dell’ossigenazione dei tessuti e del sistema circolatorio generale, entrambe condizioni indispensabili per contrastare il deficit erettile negli uomini affetti da impotenza.

È importante anche sottolineare come l’ozono terapia sia capace non solo di incrementare la vascolarizzazione dell’area pelvica, ma anche quella di tutto in corpo, generando benefici complessivi a tutto l’organismo.

Andiamo, quindi, a vedere meglio insieme nei paragrafi che seguono cos’è l’ossigenoterapia con ozono e ossigeno ozono terapia.

Cos’è l’ozono terapia

L’ozono terapia, o ossigeno terapia all’ozono, si basa sull’introduzione nell’organismo di una certa quantità predefinita di ozono. Questo non è altro che una forma particolare di ossigeno le cui molecole sono formate da 3 atomi di Ossigeno (O3), mentre l’ossigeno comunemente reperibile in natura è formato solo da 2 atomi di Ossigeno (O2).

La presenza di un atomo in più di Ossigeno, rende l’Ozono maggiormente attivo ma anche più instabile per cui è necessario che la somministrazione avvenga nel momento stesso in cui questa sostanza viene prodotta.

 Per la somministrazione si possono usare varie tecniche, fra qui quella più comune è l’infusione tramite iniezione intramuscolo o sottocutanea. La somministrazione può avvenire anche:

  • Per via topica tramite l’applicazione con un sacchetto di plastica contenente O3;
  • Per insufflazione rettale o vaginale;
  • Tramite l’autoemoinfuzione, pratica eseguita prelevando sangue venoso successivamente trattato con una miscela di O2/O3 e successivamente re infuso.

 Proprietà ed effetti collaterali della somministrazione di ozono

È stato provato scientificamente che la somministrazione di ozono nel corpo umano determina alcuni effetti benefici quali ad esempio:

  • Azione antisettica e antimicrobica;
  • Azione antinfiammatoria e antidolorifica;
  • Azione decontratturante su ossa e muscoli;
  • Azione rivitalizzante sulla pelle e sui tessuti;
  • Azione vascolarizzante;
  • Azione lipolitica contro cellulite e adipe localizzato;
  • Azione immunostimolante;
  • Azione anti-radicali liberi, poiché stimola l’organismo a produrre sostanze antiossidanti endogene contrastanti l’azione dei radicali liberi.

Non sono invece riconosciuti effetti collaterali gravi sulla salute o rischi particolari di reazione allergica.

Usi pratici dell’ozono terapia

Dopo aver visto quali sono le proprietà e gli effetti benefici dell’ozono sul nostro organismo, vediamo anche quali sono le applicazioni pratiche dell’ozono terapia in campo medico.

Il trattamento con O2-O3 viene infatti impiegato per arrecare benessere in molteplici settori della medicina quali ad esempio:

  • Ortopedia, dove viene usato sia per ridurre il dolore di incidenti e traumi sia per lenire i sintomi di infezioni infiammatorie alle ossa e alle articolazioni;
  • Gastroenterologia, in cui è impiegato per contrastare disturbi cronici come il morbo di Crohn e la colite ulcerosa oppure per contrastare fenomeni acuti di stitichezza, diarrea, ragadi, emorroidi e proctici anche con insufflazione rettale;
  • Dermatologia, dove si usa comunemente per ridurre ei sintomi di herpes, micorsi, alopecia e altre malattie  disturbi della pelle piuttosto comuni come acne, psoriasi, piaghe da decubito e piede diabetico;
  • Medicina estetica, in quanto come abbiamo visto l’ozono svolge anche un’azione lipolitica nelle zone affette da cellulite e ritenzione idrica;
  • Cardiologia, in cui la somministrazione di ozono può servire a ripristinare la corretta ossigenazione in pazienti affetti da insufficienza arteriosa o ischemia nelle zone periferiche, compresa la zona pelvica;
  • Neurologia, dove spesso si assiste al trattamento di pazienti affetti da ictus cerebrale, demenza senile o Morbo di Parkinson con l’autodemoinfunzione di ozono;
  • Odontoiatria, dove l’ozono è somministrato nei pazienti affetti da gengivite, parodontite e atre forme di infezione batterica dell’area dentale.
  • Urologia, campo in cui l’ozono terapia dovrà appunto la sua più applicazione, migliorando i sintomi non solo di disfunzione erettile ma anche contrastando il dolore e l’infiammazione associati a manifestazioni acute e croniche quali cistiti, uretriti e altri tipi di infiammazioni dell’area pelvica sia maschile sia femminile.

Come curare la disfunzione erettile con l’ozonoterapia

Ora che abbiamo visto più in generale cos’è, come funziona e quali sono le applicazioni pratiche dell’ozono terapia, andiamo subito a vedere più nel dettaglio come è possibile curare la disfunzione erettile con questo tipo di trattamento.

Sappiamo, infatti, che l’erezione è il risultato di un meccanismo fisiologico abbastanza complesso, che richiede il buon funzionamento sia del sistema endocrino (produzione ormonale), sia di quello cardiocircolatorio.

Perché il pene si gonfi e si irrigidisca al punto tale da consentire il rapporto sessuale, sono, pertanto, necessari questi due passaggi:

  1. Il corpo comunica al cervello, tramite gli ormoni che si producono a seguito dell’eccitazione sessuale, di inviare impulsi nervosi alle pareti dei vasi in modo che questi inizino a produrre maggiori quantitativi di ossido nitrico:
  2. L’ossido nitrico, prodotto in quantità sufficienti, distende a sua volta i vasi e fa affluire immediatamente più sangue, determinando l’erezione.

Quando anche uno solo di questi passaggi si blocca o non funziona come dovrebbe, il pene resta flaccido e l’uomo inizia a presentare i tipici sintomi di disfunzione erettile quali mancata erezione, erezione insufficiente per conseguire la penetrazione, eiaculazione precoce e così via.

Come può, quindi, l’ozono terapia rivelarsi utile in questo tipo di situazioni? Sappiamo, anche da quanto abbiamo scritto nei paragrafi precedenti, che il trattamento con ossigeno arricchito non solo svolge una potente azione antinfiammatoria e antidolorifica sistemica, ma è capace anche di riattivare l’apparato cardiovascolare, contribuendo ad incrementare l’afflusso di sangue e ossigeno nelle aree periferiche.

È, dunque, facilmente comprensibile quanto questo tipo di terapia possa rivelarsi determinante in tutti quei casi in cui la disfunzione erettile è dovuta a fattori vascolari. Tuttavia, l’infusione di ozono può servire anche quanto l’impotenza è determinata da altre cause, come ad esempio infezioni del tratto urinario e prostata ingrossata.

Come avviene la somministrazione di ozono nei pazienti affetti da impotenza

Nella maggior parte dei casi, la somministrazione di ozono per contrastare la disfunzione erettile avviene tramite autoemotrasfusione. Tale pratica, assolutamente innocua, indolore e sicura avviene in questo modo:

  1. Si preleva dal sangue venoso dal paziente;
  2. Tale sangue è arricchito in una apposita sacca sterile di 02-03;
  3. Dopodiché, viene immediatamente ri-trasfuso.

In questo modo, si assiste ad un’immediata rigenerazione del sangue, che risulterà molto più ricco di ossigeno e emoglobina, mentre l’intero apparato cardiocircolatorio migliorerà, facendo affluire più sangue anche all’interno dei corpi cavernosi del pene.

Quando usare l’ozono terapia contro la disfunzione erettile

È possibile usare l’ozono terapia per contrastare la disfunzione erettile sia in abbinamento ad altri rimedi contro i problemi di disfunzione erettile (ad esempio i farmaci per la potenza quali Viagra e Cialis), sia da sola.

Dato che non ha effetti collaterali, può essere utilizzata anche da coloro che, per motivi di salute, non possono prendere medicinali o ricorrere ad altri tipi di rimedi (ad esempio la pompa per il pene o la terapia ad onde d’urto peniene).

Uno dei vantaggi di questo metodo è che, man mano che viene impiegato, le erezioni tendono a stabilizzarsi, quindi già dopo alcuni mesi o settimane di trattamento sarà possibile sospendere le sedute.

Il ciclo medio di un trattamento con ossigeno arricchito ha infatti una durata di circa 8 o 10 settimane. Trascorso questo periodo, è possibile diradare o sospendere momentaneamente le applicazioni, sostituendole magari con l’assunzione di integratori naturali per la potenza che possono servire a conservare e protrarre per un periodo più lungo gli effetti benefici sull’apparato cardiocircolatorio e sui tessuti della terapia.

Costo di un trattamento di ossigeno ozono terapia

I trattamenti all’ozono per il pene devono essere eseguiti in un centro medico specializzato e il costo oscilla in genere tra le 70 e le 100 euro a seduta.

Dato che non si tratta di un tipo di terapia contro la disfunzione erettile riconosciuto, non è passato dal sistema sanitario, ma i costi sono completamente a carico del paziente.

Conclusioni

Negli ultimi anni, la cura della disfunzione erettile ha fatto passi da gigante e sono stati  introdotti anche rimedi innovativi altamente efficaci e privi di effetti collaterali come appunto l’ozono terapia o terapia con ossigeno arricchito. Questo rimedio si rivela utile soprattutto per i pazienti affetti da deficit penieno che non possono assumere farmaci contro l’impotenza e che non hanno trovato giovamento con tutti gli altri metodi.