La Juniorchestra, i bambini per i bambini

di Gabriella Facioni

I bambini della Juniorchestra

La 'JuniOrchestra? dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia è la prima orchestra di bambini e ragazzi creata nell'Ambito delle fondazioni lirico-sinfoniche italiane. Nata nel 2006 per volontà di Bruno Cagli, è attualmente composta da circa 300 strumentisti, suddivisi in quattro gruppi. I ragazzi vengono avvicinati al più grande repertorio sinfonico da piccolissimi 5, 6 anni appena, ed eseguono musiche in versione originale spaziando da Rossini, Mozart, Vivaldi, Cajkovski, Puccini e Beethoven per citarne alcuni, seguiti da insegnanti di grande valore, fra i quali spiccano i professori dell'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia. L'Esperienza nella JuniOrchestra rappresenta una grande occasione non solo per imparare a suonare con gli altri condividendo il meraviglioso mondo della musica, ma anche per fare del bene ad altri bambini meno fortunati, ricoverati in ospedale.

È proprio questo il motivo per cui il prof. Corrado Moretti - Direttore della UOC Pediatria D'Urgenza e Terapia Intensiva Pediatrica - da qualche anno organizza un incontro, diventato ormai un piacevole appuntamento fisso. L'Iniziativa è frutto della collaborazione tra l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia ed il Reparto di Pediatria D'Urgenza e Terapia Intensiva della Clinica Pediatrica del Policlinico Umberto I. Il ricavato del concerto dello scorso 23 gennaio è andato a sostegno dell'Ospedale.

Ad aprire la serata con tanto entusiasmo il Direttore dell'Accademia Bruno Cagli. In sala tra le tante personalità Domenico Alessio, direttore generale dell'Umberto I, incantato dalla performance dei piccoli musicisti. Il prof. Corrado Moretti ha manifestato grande soddisfazione per la serata, dichiarandosi contento per essere riuscito negli anni ad incrementare i macchinari e gli strumenti all'avanguardia necessari alla Pediatria. Negli anni passati oltre all'Acquisto dei macchinari, con il ricavato del concerto sono state assegnate borse di studio ai giovani più meritevoli. Il Prof. Moretti ha rivolto inoltre un messaggio alla Direzione e alla Regione Lazio sulla tanto attesa ristrutturazione del Policlinico, nell'auspicio che la sua realizzazione possa dare un impulso nuovo al grande nosocomio romano.

Questo incontro resta sempre un'Occasione straordinaria della più antica accademia musicale al mondo per rinnovarsi e preparare il futuro della musica, linguaggio universale di fraternità e solidarietà tra i popoli.