Donne lavoratrici, siate protagoniste del cambiamento

"Si chiamerà Futura. La contrattazione di genere protagonista del cambiamento". Focus con CGIL, CISL e UIL in occasione della Giornata Internazionale della Donna

di Redazione

Giornata Internazionale delle donne al Policlinico Umberto I

Venerdì 8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, si è tenuta al Policlinico l'iniziativa nazionale unitaria "La Contrattazione di genere protagonista del cambiamento” promossa da CGIL, CISL e UIL. Una giornata di riflessione, di impegno e protagonismo delle donne anche con "l'obiettivo di creare, su tutto il territorio nazionale - si legge in una nota delle sigle sindacali - momenti di aggregazione che superino il rischio di un ‘declassamento’ di questa giornata al semplicistico e fuorviante rango di festa".

Ed è di grande importanza che sia stato scelto il Policlinico, quale sede del seminario, "luogo simbolico per il lavoro che vi si svolge: scientifico-didattico e, soprattutto, medico-assistenziale" dichiara prof. Eugenio Gaudio, Magnifico Rettore della Sapienza, Università di Roma "e di questo ringrazio i segretari confederali".

Presenti, oltre a lavoratrici e delegate, le massime cariche istituzionali dell'AOU Policlinico Umberto I e della Sapienza, la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, la responsabile delle Politiche di genere della Cgil, Susanna Camusso, la segretaria confederale della Uil, Ivana Veronese. Presente anche il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini. "Il dibattito politico e sociale degli ultimi mesi è stato caratterizzato dal tentativo di rimettere in discussione anche le conquiste e i diritti che le donne hanno con fatica e determinazione raggiunto nel corso di decenni" sostengono le tre confederazioni, ricordando che "gli ultimi anni sono stati segnati da femminicidi, atti di violenza, molestie e discriminazioni di ogni tipo. Per questo le donne devono far sentire forte la loro voce!".

Incontrarsi qui oggi è importante non solo perché "è importante combattere le discriminazioni di genere a livello contrattuale, ma anche per mantenere l’attenzione su argomenti che non sono mai del tutto acquisiti, su cui bisogna essere sempre attenti e propositivi" aggiunge in tal senso il Rettore.

Lavoro, tutela della salute e formazione sono i "tre capitoli fondamentali di un welfare possibile che in questo Paese dobbiamo mantenere, a tutela di chi è più debole". Ne è certo il Magnifico Rettore. "Se noi perdiamo questi tre punti, perdiamo la possibilità di essere all’altezza della sfida internazionale che ci si pone innanzi, facendo dei grandi passi indietro. Credo che su questo i sindacati possano avere un grande ruolo e su questo l’università è impegnata".

Sulle conquiste non arretriamo. Il futuro è donna

"La differenza di genere è uno straordinario valore ma abbiamo bisogno di difendere tante altre diversità" sottolinea la CGIL. "Abbiamo avuto modo di apprezzare - riporta la CISL in una nota - la sensibilità e l’attenzione della FNSI rispetto alle iniziative organizzate da CGIL, CISL, UIL. Riteniamo che anche la giornata dell’8 marzo e il seminario in questione siano un momento importante per evidenziare e sottolineare queste sinergie".

"Nonostante le tante conquiste, le discriminazioni di genere esistono ancora. Ci servono strumenti di conciliazione vita-lavoro e una contrattazione che miri ai diritti, delle donne e di tutti" sostiene Erica, RSU e infermiera dell'AOU Policlinico Umberto I.

Il suo intervento racchiude le conclusioni della giornata, che sono però parte di un lungo percorso perché come hanno spiegato le Confederazioni "oggi la nostra iniziativa è all'insegna del futuro, perché il futuro è delle donne. Sono loro alla guida di tanti movimenti che stanno cambiando la faccia del mondo, a partire dalla lotta contro i cambiamenti climatici e l'uso delle armi".

Strumenti come la contrattazione di genere diventano parte integrante della possibilità di una donna di realizzare la propria identità professionale, proprio anche grazie a strumenti e percorsi di conciliazione della vita personale e lavorativa.

In questo articolo si parla di: