La chirurgia laparoscopica in diretta

All'Auditorium Massimo di Roma oggi lo streaming dal Policlinico di due interventi laparoscopici 'live' nell'ambito del tradizionale Congresso di Chirurgia dell'Apparato Digerente

di Alessandra Binazzi

Un megaschermo, quello dell’Auditorium Massimo di Roma,  dove vengono proiettati gli interventi operatori che in contemporanea si svolgono in 21 sale operatorie dei 5 Continenti. Tra i paesi presenti - Stati Uniti, Giappone, Francia, Inghilterra, Belgio, Olanda, Svezia, Spagna, Portogallo, Australia, Cina, Corea, Singapore, Sud Africa, Argentina, ecc. – l’Italia trova oggi il suo spazio con il Policlinico Umberto I di Roma in collegamento live per due interventi di chirurgia laparoscopica.

Dalla I Clinica Chirurgica dedicata all’illustre Maestro Pietro Valdoni,  il prof. Giorgio De Toma responsabile della divisione, esegue per via laparoscopica su due pazienti l’asportazione di un tumore delle ghiandole surrenali.

Congresso Internazionale: i temi

L’ambito in cui si svolge è il Congresso di Chirurgia dell’Apparato Digerente: un Congresso di divulgazione scientifica di alto livello, in grado di mostrare il punto sulla chirurgia digestiva sia con tecnica open che con approccio laparoscopico e di esporre nuove tematiche e aggiornamenti sia scientifici che pratici. Un evento importante, nel panorama nazionale ed internazionale, che da 29 anni vede la partecipazione di un numero sempre più elevato di specialisti. Con una novità per questa edizione: la possibilità per coloro che non hanno potuto essere fisicamente presenti di collegarsi in streaming per seguire gli interventi chirurgici che saranno proiettati sul grande schermo. Non solo: agli interessati in collegamento viene dato modo di interloquire con i chirurghi impegnati ai tavoli.

Un congresso di video chirurgia unico, con un format che certamente ‘sconvolge’ le abitudini dei congressisti ma è certamente più interessante della formula tradizionale dove i relatori si alternano e la chiusura è affidata a qualche tavola rotonda”, dice il prof. De Toma prima di accostarsi al tavolo operatorio preparato all’interno della I Clinica chirurgica dell’Umberto I per due interventi di surrenalectomia per via laparoscopica su due giovani donne, 33 e 35 anni, entrambe con una forma di iperaldosteronismo, o sindrome di Conn.

Per seguire in diretta l'intervento: http://live.laparoscopic.it/it/live.14.html

“Abbiamo scelto di mostrare in collegamento video, grazie alle più moderne ed efficienti tecnologie che all’Auditorium del Massimo vengono oggi effettuate con l’innovativa tecnica HD /High Definition – prosegue De Toma – due interventi laparoscopici per una patologia rara, il tumore del surrene, che colpisce anche persone giovani affette da una forma di ipertensione che viene scambiata dal medico curante per ‘essenziale’ e trattata di conseguenza con farmaci anti-ipertensivi standard. Un errore grave che al paziente può costare gravi danni al sistema cardiovascolare continuando a tenere nascoste forme aggressive per le ghiandole surrenali come la sindrome di Conn, il Feocromocitoma, il morbo di Cushing”.

“La Chirurgia in diretta è il fiore all’occhiello dell’evento di quest’anno e ci auguriamo che nel tempo possa diventare una cosuetudine – dice l’organizzatore della 29° edizione del Congresso di Chirurgia dell’Apparato Digerente, prof. Giorgio Palazzini – Siamo convinti che il video learning sia un metodo di aggiornamento efficace e ultramoderno, utilissimo a migliorare la qualità delle cure per i nostri pazienti”.