Osteonecrosi, al Policlinico attivato un percorso ad hoc

Presentato il Percorso Diagnostico-Terapeutico Assistenziale messo a punto dagli specialisti dell'AOU Policlinico Umberto I per la prevenzione delle osteonecrosi dei mascellari farmaco-correlate

di Regina Geloso

Si chiama C.R.O.Ma. (Coordination of Research on Osteonecrosis of the Jaws), ovvero Coordinamento per la prevenzione dell’osteonecrosi dei mascellari farmaco-correlate; risultato tangibile di questo progetto è un percorso messo a punto dal team multidisciplinare del Policlinico Umberto I, Sapienza Università di Roma.

“La Procedura Aziendale sulla prevenzione e gestione dell’Osteonecrosi dei Mascellari farmaco-correlate in recepimento della Raccomandazione Ministeriale n.10/2009 – dichiara prof. Antonella Polimeni, Responsabile Dipartimento Attività Integrate Testa-Collo dell’AOU Policlinico Umberto I di Roma – è stata approvata ad Aprile 2018 ed il documento diffuso a tutti gli operatori del Policlinico”.

È stata presentata durante una giornata di formazione dedicata, “organizzata di concerto con il Dottorato di Ricerca coordinato dalla prof. Polimeni” interviene nel saluto di apertura dei lavori prof. Ersilia Barbato, Direttore del Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche e Maxillo-facciali, della Sapienza.

Questo progetto, che nasce da un gruppo di lavoro nel nostro Dipartimento, si è concretizzato nel tempo in una ricerca traslazionale consentendo anche di riportare un’esperienza personale, maturata nell’ambito della propria formazione didattica e scientifica, nella contestualizzazione clinica”; una combinazione, dunque, di discipline, risorse, competenze e tecniche per promuovere miglioramenti nella prevenzione, nella diagnosi e nelle terapie.

Dallo studio alla edizione del percorso: l’importanza del confronto

La ricerca è stata pubblicata inizialmente nell’International Journal of Dentistry a settembre 2014 con il titolo The “CROMa” Project: A Care Pathway for Clinical Management of Patients with Bisphosphonate Exposure.

Chiediamo alla prof.ssa Polimeni quanto siano importanti momenti di incontro/confronto come questi.

“C’è sempre bisogno di momenti di condivisione e discussione in gruppi e momenti di contatto frontali – spiega la Responsabile del DAI Testa-Collo - Questa giornata è la prima di una serie di attività che verranno affrontate sulle osteonecrosi dei mascellari farmaco-correlate declinate secondo i temi legati al percorso specifico e al rischio clinico. Tematica rilevante ancora non completamente conosciuta a tutti gli operatori. Pertanto i momenti di diffusione diventano particolarmente significativi”.

Osteonecrosi dei mascellari farmaco-correlate, come prevenirla?

Farmaci quali bifosfonati e antiangiogenetici, utilizzati nelle terapie oncologiche e per la cura di patologie quali l’osteoporosi, possono essere causa di osteonecrosi a carico della mascella/mandibola. In tal senso l’Osteonecrosi è da considerarsi un evento sentinella, ovvero un evento avverso di particolare gravità che richiede l’implementazione di misure specifiche. Pertanto è necessario adottare tutte le misure idonee per prevenire e minimizzare tale effetto indesiderato. Va in questa direzione la Raccomandazione ministeriale n.10, settembre 2009; rivolta a tutti gli operatori sanitari, si pone come supporto alla corretta gestione dei pazienti che necessitano di cure odontoiatriche e che hanno assunto, stanno assumendo o dovranno assumere bifosfonati in ambito oncologico.

Cos’è C.R.O.Ma.

“C.R.O.Ma. è un percorso diagnostico integrato per la cura e la prevenzione dell’osteonecrosi dei mascellari farmaco-correlate; è un servizio del DAI Testa-Collo, sezione Odontoiatria, che mette al centro il paziente che deve sottoporsi a questo tipo di trattamenti” spiega Prof. Livia Ottolenghi, Presidente Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria
Dipartimento di  Scienze Odontostomatologiche e Maxillo-Facciali 'Sapienza' Università di Roma.

La prescrizione viene fatta dal medico prescrittore per diversi motivi:

  1. il paziente ha in programma la terapia farmacologica
  2. il paziente è già in farmacoterapia e deve sottoporsi a trattamenti odontoiatrici

A chi si rivolge

A tutti i medici prescrittori di farmaci legati al rischio di osteonecrosi dei mascellari e a tutti i pazienti esposti a tali terapie.

Perché è importante

Prima di somministrare un farmaco legato a rischio di osteonecrosi dei mascellari è sempre necessario il nullaosta odontoiatrico?

“Si, se si vuole garantire al paziente, che potrebbe ad esempio richiedere trattamenti chirurgici come le estrazioni dentarie, la sicurezza di non avere focolati infettivo-infiammatori a livello del cavo orale, eventi che rappresentano il primo agente scatenante l’osteonecrosi delle ossa mascellari”.

Come funziona

  1. Il medico prescrittore, nei casi sopra indicati, può richiedere un Videat Odontoiatrico o un Nullaosta Odontoiatrico al percorso CROMa.
  2. Il paziente viene visitato e immesso in questo percorso specifico. “Ciò significa dare un servizio particolari a delle vulnerabilità”.
  3. Dopo una prima valutazione corredata da un RX ortopanoramica recente verrà indirizzato verso quei professionisti che servono a rispondere più adeguatamente alle sue esigenze di cura, prevenzione e riabilitazione.

Contatti

  • Inviare un’email all’indirizzo croma@uniroma1.it specificando Nome, Cognome e numero di telefono dell’assistito
  • Chiamare il numero 0649976636 chiedendo una visita CROMa.

“In 5 anni abbiamo seguito circa 1000 pazienti, ma soprattutto abbiamo offerto delle risposte che prima sul territorio non venivano date” conclude prof. Ottolenghi.