Sulle note del Policlinico, la Festa della Musica

"Il benessere è a ritmo di musica!" raccontano dal palco. Il 21 giugno 2018, il Policlinico Umberto I è stata teatro dello spettacolo musicale 'Sulle note del Policlinico' con la band 'QRS Largo'

di Roberta Manfredini

Festa della musica al Policlinico

Grande successo di pubblico per il concerto ‘Sulle note del Policlinico’ che si è tenuto il 21 giugno scorso all’interno dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico Umberto I di Roma che ha aderito alla Festa della musica di Roma, promossa da Roma Capitale, Assessorato Crescita Culturale.

La musica per sentirsi parte integrante della città di Roma, nel rispetto della “Carta dei Principi di Budapest” del 1997, per celebrare il solstizio d’estate con la musica dal vivo eseguita con spirito volontaristico e gratuito, per unire il più ampio numero di persone in Italia e in Europa, singoli o in gruppi, nei teatri come nelle strade ma anche nelle scuole e negli ospedali. Questi i principi con cui è nato l'evento.

La band ‘QRS Largo’ si è esibita ‘Sulle note del Policlinico’

Quello dell’Umberto I è stato il primo nel suo genere e ha visto la partecipazione di pazienti, familiari, personale, studenti e visitatori che hanno potuto ascoltare dal vivo cover di successo degli anni ’60, ’70 e ’80 ma anche musica classica, eseguite da ‘QRS Largo’, una band composta da medici del Policlinico, principalmente cardiologi, con la passione della musica.

Oltre al programma musicale ricco di cover di successo e sinfonie classiche, un fuori programma molto gradevole ha arricchito la serata con la Rhapsody in Blue, di George Gershwin, eseguita al clarinetto dal M° Luigi Mazzocchetti (oggi ottantacinquenne!), papà di Anna Maria, medico dell’Umberto I.

Ma cosa unisce la musica alla medicina?

“È stata un’occasione ….per sentirci tutti una grande famiglia, un grande gruppo; questo senso di comunanza ci unisce e la musica fa da filo conduttore. Con la band QRS Largo’ abbiamo trovato un altro modo per avere un trait d'union con i pazienti, con i dipendenti, con i cittadini, con le Istituzioni…uno scambio” è stata la dichiarazione del Direttore Generale, dott. Vincenzo Panella.

“La cosa più bella è il fatto che questo Policlinico vive sempre di sofferenza, sofferenza dei pazienti in difficoltà, crisi infermieri, momenti di emergenza e invece, questa volta finalmente vive un momento di divertimento, un momento di svago”  aggiunge soddisfatto per l’iniziativa il Prof. Ferdinando Romano, Direttore Sanitario del Policlinico.

Il benessere del cuore!

Per il Prof. Francesco Fedele, Direttore della UOC Malattie Cardiovascolari e anima e cuore della band QRS Largo “Il Policlinico è una grande città della salute. La musica si sposa bene con la cardiologia perché la musica è ritmo, armonia, melodia e, quando si sta bene, questi tre elementi sono presenti insieme”.

Ma la musica quanto avvicina i medici ai pazienti?

Tantissimo! La musica è armonia e il nostro lavoro è un lavoro armonico, è una cosa che va in simbiosi e credo che i pazienti abbiano un gran giovamento ascoltando musica” ha sottolineato il Prof. Giuseppe Placanica che alla domanda La musica aiuta i pazienti? ha aggiunto: “Certo! La musico-terapia è cosa già risaputa, è diffusa ed ha avuto anche risultati ottimi. Ormai sappiamo bene che è un elemento importante”.

QRS Largo: un nome fuori dal comune!

Direttore artistico della band QRS Largo è il Prof. Giuseppe Donato, gastroenterologo ed esperto di chitarra classica, ci ha spiegato il significato del nome della band.

“Io ho il piacere di coordinare questo gruppo nato circa 3 anni fa, per iniziativa di un gruppo di cardiologi del Policlinico, donde anche il nome di QRS, largo perché poi si è allargato, accogliendo al suo interno altre figure specialistiche. Siamo tutti medici che lavorano all’interno del Policlinico Umberto I, della nostra università. Quest’iniziativa, nata quasi per gioco, nel tempo è cresciuta e ci siamo sempre esibiti per motivi benefici. Questa serata è a favore del solstizio d’estate e della giornata della musica che viene celebrata proprio oggi, quindi, non potevamo non accogliere l’invito della nostra Direzione e del Comune di Roma che ringraziamo”.

Al momento la band si compone di sette musicisti e tre cantanti: Fabrizio Piccirilli (cardiologo) alle tastiere, Giuseppe Placanica (cardiologo) alla batteria, Antonio Ciccaglioni (cardiologo) al basso, Salvatore Venosi (chirurgo vascolare) al sax, Andrea Ceccacci (cardiologo) alla chitarra, Cinzia Mennini (medico Interno) al violino, Michele Schiariti (cardiologo) alla chitarra ritmica, Paolo Ottolenghi (ortopedico) al sassofono; infine Paolo Severino (cardiologo), Luisa Masciullo (ginecologa) e Astrid Orfali (medico Interno) sono le voci.

Quello del 21 giugno è stato uno spettacolo musicale bellissimo, apprezzato dai tanti presenti e, grazie alla collaborazione e al supporto del bar interno, è stato possibile offrire gratuitamente un buffet a musicisti e pubblico.