Ogni giorno è 8 Marzo

La Festa della donna che si celebra oggi è anche occasione di sensibilizzazione verso la medicina di genere: patologie più diffuse tra le donne e risposte genere-specifiche

di Regina Geloso

festa della donna, tre generazioni

La medicina genere-specifica si occupa di studiare se e come le differenze legate al genere maschile/femminile possano influire sullo stato di salute e quali i meccanismi che ne sono alla base.  Ad esempio, anche in presenza di una medesima patologia, uomini e donne possono presentare (e spesso è così) sintomi, decorso e risposta ai trattamenti - in termini di efficacia e sicurezza - anche molto diversi tra loro. Anche i fattori di rischio cambiano.

Sono queste le ragioni che spingono alla necessità di adottare un approccio orientato al genere in tutte le aree mediche.

 Il Policlinico Umberto I è in prima linea per la salute della donna, impegno che è valso anche per il biennio 2018-2019 l'assegnazione di tre bollini rosa, massimo riconoscimento attribuito da Onda agli ospedali attenti alla salute femminile e che si distinguono per l'offerta di servizi dedicati.
Durante la cerimonia di premiazione, che si è svolta lo scorso dicembre alla presenza del Ministro della Salute, è stata assegnata al Policlinico anche una menzione speciale per la presenza al proprio interno di un percorso diagnostico-terapeutico dedicato alle donne nell’ambito della cardiologia. Menzione ricevuta da sole 13 strutture sanitarie in tutta Italia.

Visite gratuite per la Festa della Donna

Le strutture del network Bollini Rosa partecipano, in occasione della Festa della Donna, all'(H)Open Day dedicato alla ginecologia. Si tratta della prima edizione di questa iniziativa ed è stato scelto come tema specifico il fibroma uterino, una delle patologie ginecologiche benigne più diffuse, che si stima colpisca circa 3 milioni di donne nel nostro Paese. 

La patologia può avere un impatto significativo sulla quotidianità e sulla qualità della vita affettiva, familiare, sociale e professionale, quando è associata a manifestazioni clinicamente rilevanti. Fortunatamente la degenerazione maligna è un evento molto raro.

Oggi verranno effettuate, nelle strutture che hanno aderito in tutta Italia, visite ginecologiche gratuite per la prevenzione di questa patologia, secondo le modalità che ciascuna ha indicato. 
(H)Open Day anche al Policlinico Umberto I, dove già cominciano a presentarsi le pazienti che hanno  prenotato preventivamente. Come avevamo segnalato in precedenza, infatti, il servizio è gratuito ma riservato solo alle donne che si sono correttamente prenotate.