Leggere, tra fantasia e realtà

E' possibile farlo con i racconti dei bambini della Scuola in Ospedale, Infanzia e Primaria, realizzati nell'anno scolastico 2016-2017.

di Roberta Manfredini

inaugurazione atelier scuola in ospedale

L’esperienza del ricovero in ospedale rappresenta certamente, soprattutto per un bambino, un momento legato a ricordi brutti, terapie che magari hanno anche provocato dolore e sofferenza.

Il personale, ma anche i tanti volontari che si alternano con la loro presenza nei vari reparti di pediatria, aiutano moltissimo i bambini, le mamme, i papà e i familiari a vivere questi momenti nel modo meno traumatizzante possibile e, per questo meritano la nostra ammirazione.

Un ringraziamento speciale va agli insegnanti della Scuola in ospedale del Policlinico Umberto I di Roma che, quotidianamente, con grande professionalità, scrupolosità, sensibilità e dedizione, si occupano della continuità scolastica, per tutti i bambini e i ragazzi di tutti gli Ordini e Gradi, dall’Infanzia alla Secondaria di II° Grado.

Per l’attenzione e la delicatezza del lavoro che viene svolto da tutte le Sezioni della Scuola in Ospedale del Policlinico Umberto I di Roma, è doveroso un ringraziamento particolare ai Dirigenti Scolastici e agli insegnanti degli Istituti Scolastici di riferimento: “I. C. Via Tiburtina Antica 25” per l’Infanzia e la Primaria; “I.C. Pietro Maffi”, per la Secondaria di I Grado; Liceo Scientifico Statale "Tullio Levi Civita" per la Secondaria di II Grado.

Come negli anni precedenti, anche per l’anno scolastico 2016/2017, i docenti della Scuola in Ospedale Infanzia e Primaria hanno realizzato “Il Giornalino” che raccoglie pensieri e riflessioni che i bambini, ricoverati nei reparti di Pediatria e Oncologia, hanno fissato con immagini e scritture che parlano di loro, della loro famiglia, dell’ospedale. Un grazie di cuore a loro che hanno voluto condividere tutto questo con noi! Grande la commozione da parte dei genitori ammirando il lavoro realizzato dai loro angeli e la soddisfazione per un lavoro che cresce anno dopo anno.

Pertanto, un invito alla lettura del Giornalino perchè ci aiuterà a riflettere e a capire le emozioni con gli occhi di un bambino.

Ovviamente, questo elaborato è una piccola parte del grande lavoro scrupoloso e delicato che i docenti fanno per mantenere in pari i programmi Ministeriali, anche per bambini e ragazzi alle prese con una compagna di banco antipatica: la malattia!

 

Ma lo straordinario impegno, passione e dedizione degli insegnanti si evidenzia anche, per esempio, con la realizzazione del primo Atelier creativo digitale della Scuola in ospedale italiana. Inaugurato il 6 giugno scorso, a chiusura dell’anno scolastico della Sezione di Ematologia, è stato reso possibile grazie anche al contributo di alcune associazioni Onlus, quotidianamente presenti con i tanti volontari. 

 

Infine, un grazie speciale a tutti gli insegnanti della Scuola in ospedale che hanno contribuito alla riuscita della giornata  dedicata alla lettura "Leggiamo insieme", organizza dal Policlinico il 31 maggio scorso, in occasione del “Maggio dei Libri 2017”.