4 luglio 2012
La VES e il TAS sono esami del sangue che solitamente si prescrivono insieme

Esami del sangue: la VES e il TAS

La VES o velocità di eritrosedimentazione (velocità di sedimentazione degli eritrociti) è un esame che determina la velocità con cui i globuli rossi si separano dal plasma.

La misura della VES ha principalmente tre scopi:

  • segnalare la presenza di un processo infiammatorio
  • controllare il decorso o lo stato di attività di una malattia
  • individuare patologie occulte.

Un aumento della VES può essere indice di malfunzionamenti dell’organismo che può far sorgere un sospetto diagnostico: il suo valore aumenta in corso di anemie, malattie infettive, stati infiammatori (per esempio le vasculiti) e neoplastiche, infarto miocardico acuto, malattie epatiche, anche se la relazione tra aumento della VES e queste malattie non è automatica. Il suo valore ad esempio aumenta nel corso della gravidanza o durante il ciclo mestruale, o semplicemente con l’aumentare dell’età.

Una VES elevata in un paziente che non presenta evidenze cliniche di infezione (febbre, brividi, mialgia, cefalea) deve suggerire l’opportunità di eseguire altre indagini. Poiché sono molti i processi patologici che possono determinare aumento della VES, questo esame viene considerato estremamente aspecifico. Anche la presenza di un valore normale di VES non può essere usata per escludere la presenza di una malattia infiammatoria o di una neoplasia.

Il TAS (titolo anti streptolisinico) è indispensabile nella diagnosi di infezioni da streptococco beta emolitico del gruppo A. I valori sono elevati in caso di infezione da streptococco emolitico o di febbre reumatica.

Una VES alta da sola, senza nessun altro esame, è poco utile per capire le cause dell’infiammazione.

Anche una TAS elevata da sola è poco utile, in quanto non significa che ci sia necessariamente un’infezione da Streptococco in corso.

I due esami, quindi, si prescrivono solitamente insieme: se si trova una TAS alta e con lei una VES alta (più altri esami di laboratorio alterati) diventa forte il sospetto che ci sia un’infezione da Streptococco in corso ed è quindi bene fare altri accertamenti (come ad esempio il tampone faringeo) ed eventualmente iniziare a somministrare antibiotici.